Anteas Calabria torna alla home

Anteas Cosenza: gita culturale a Reggio Calabria e Gerace

L’ANTEAS di Cosenza, ha organizzato, per i propri soci ed i loro familiari, una gita culturale, per visitare Reggio Calabria e Gerace. La gita si è svolta il giorno 6 giugno 2014 in una splendida giornata, anche dal punto di vista meteorologico.

A Reggio Calabria i soci hanno visitato il Museo Nazionale che, nel settore dedicato all’archeologia subacquea ospita i celebri bronzi di Riace, tornati alla loro sede naturale dopo alcuni anni, nei quali sono stati eseguiti alcuni lavori di restauro del Museo. Lavori che sono ancora in corso e che non hanno permesso di visitare altre sezioni, non ancora ripristinate.

I soci inoltre hanno percorso il corso principale, Corso Garibaldi, visitando il Duomo della città, interamente ricostruito, in stile romanico,dopo il terremoto del 1908.

Sul lungomare Falcomatà, il più chilometro d’Italia, secondo il poeta G.D’Annunzio, oltre allo splendido panorama, con vista di Messina e dell’Etna, i soci si sono soffermati sui resti delle terme latine e delle mura greche, hanno ammirato fiori ed alberi esotici, oltre al monumento dedicato a Vittorio Emanuele III, con la statua di AthenaPromochos, ed alle opere scultoree di Francesco Jerace, monumento ai caduti, e delle opere moderne di Rabarama.

Dopo il pranzo consumato in un tipico ristorante sul mare di Bova Marina, la comitiva si è recata a Gerace, borgo mediovale, nell’entroterra della locride.

A Gerace la guida ci ha raccontato la storia del borgo, interamente legata alle vicende della magnogreche prima e mediovali dopo.

La guida ha condotto il gruppo alla visita della Chiesa di S.Francesco e della Cattedrale, il più vasto edificio sacro della Calabria, descrivendone gli stili architettonici, legati intimamente alle vicende storiche, tra le quali preminente il terremoto del 1783, che hanno segnato i destini del borgo e dell’intera Calabria.

Il Presidente Benito Rocca, in serata, nel salutare i partecipanti alla gita socio-culturale, ha espresso la consapevolezza che le conoscenze culturali ci arricchiscono sempre di più e ci consentono di trascorrere delle belle giornate di socializzazione.