Anteas Calabria torna alla home

Comunicato Stampa – Anteas Cosenza

L’Anteas Cosenza risulta vincitrice del bando emanato dalla Tavola Valdese con i fondi Otto per Mille annualità 2018, con il progetto “Inter-connessioni”. L’intervento sociale che è stato approvato, ha l’obiettivo primario di promuovere l’inclusione degli anziani over 65 abbattendo il digital divide e favorendo la coesione intergenerazionale.

Altro elemento distintivo è la promozione e la valorizzazione dell’invecchiamento attivo (per invecchiamento attivo si intende il processo volto ad ottimizzare le opportunità concernenti la salute, la sicurezza e la partecipazione alle attività sociali allo scopo di migliorare la qualità della vita), sostenendo attività a favore delle persone anziane, riconoscendone il ruolo attivo nella società attraverso un impegno utile e gratificante, capace di renderle protagoniste della propria vita. Lo strumento per attuare l’obiettivo progettuale è formare le persone anziane all’uso del web e far acquisire loro familiarità con le più moderne tecnologie di comunicazione. Questa iniziativa offrirà agli over 65 un prezioso strumento per tenersi in contatto con la propria famiglia e i propri amici, per poter usufruire al meglio dei servizi della pubblica amministrazione e per interagire costantemente con le associazioni di riferimento per tutelare i propri diritti.
“Nel riconoscere il ruolo delle persone anziane nella comunità “ dichiara il Presidente Anteas Cosenza, Benito Rocca “ne viene promossa la partecipazione alla vita sociale, civile, economica e culturale e si favoriscono la costruzione di percorsi per l’autonomia e il benessere, nell’ambito dei propri e abituali contesti di vita; viene valorizzata inoltre l’esperienza formativa, cognitiva, professionale ed umana accumulata dalle persone anziane nel corso della vita, nonché il loro patrimonio di relazioni personali. In particolare, si intende incentivare la mutua formazione inter e intra generazionale, riconoscendo e promuovendo il valore della differenza di età; valorizzare le esperienze professionali acquisite e le metodologie didattiche, nonché il ruolo attivo dalle persone anziane nella trasmissione delle conoscenze alle nuove generazioni durante l’orientamento o i percorsi di prima formazione, anche con il concorso della società e della comunità. Su questo aspetto , il progetto, “ conclude il Presidente Rocca “ intende ridurre il divario nell’accesso reale alle tecnologie (digital divide) e la disparità nell’acquisizione di risorse e conoscenze della rete informatica, nonché delle capacità necessarie a partecipare alla società dell’informazione. L’alfabetizzazione informatica rappresenta lo strumento, dunque, per contrastare i fenomeni di esclusione, di pregiudizio e di discriminazione verso le persone anziane. “
Il progetto “Interconnessioni”, in fase di avvio, vedrà la partecipazione di n. 24 anziani che seguiranno un corso di fomazione gratuito di n. 96 ore per circa otto mesi con docenti esperti in materia e con il supporto di n. 8 tutor under 19 intercettati presso gli Istituti Superiori di Cosenza e Rende e che avranno il compito di assistere gli anziani nell’appredimento dell’uso del PC e dei social network. Prima di ogni sessione di corso sarà implementato un percorso di team building fra tutti i partecipanti per sviluppare relazioni intergenerazionali che superino la discriminazione dovuta all’età. Il terzo elemento che caratterizzerà il progetto è la conversione degli anziani discenti in novelli formatori che avranno il compito di formare, presso le proprie associazioni, altrettanti alfabetizzati digitali, fino al complemetamento della piramide multi-level. I tre elementi caratterizzanti il progetto sono stati ideati nell’ottica di prevedere uno scambio continuo fra tutti i soggetti partecipanti e di innovare la formazione rivolta agli over 65.